«

Strisce blu: basta #VampiRaggi

Nel pomeriggio i ragazzi di AreAzione hanno compiuto una serie di blitz in diverse zone della Capitale in protesta contro la recente politica posta in essere dall’amministrazione Raggi che, vittima della sua stessa incompetenza, continua a vessare i cittadini romani per risanare i conti comunali che lei, come i suoi predecessori, hanno contribuito a mandare in rosso nel corso degli ultimi decenni.

L’ultima brillante novità è relativa all’istallazione di tastiere alfanumeriche presso le colonnine per pagare le “strisce blu” di parcheggio che hanno imposto ai cittadini di dover digitare la targa della propria automobile al momento del pagamento. Questo, oltre che comportare una procedura molto più lenta e macchinosa, fa si che il singolo cedolino di ricevuto pagamento sia riferibile per il periodo pagato alla sola automobile la cui targa sia stata digitata. Di più: in caso di errore nella digitazione la contravvenzione sarà emessa come se il pagamento non fosse mai avvenuto.

I disagi sono ovviamente plurimi: oltre a doversi ingegnare per digitare la propria targa su display piccoli, mal illuminati e difficilmente intellegibili (specialmente per gli anziani), oltre a doversi attrezzare per avere sempre con sé i dati della propria automobile (spesso in ambito familiare ci si trova a circolare alternativamente con mezzi, e dunque con targhe, diversi), oltre a dover perdere tempo per compiere un pagamento già di per sé discutibile (così come per il bollo, si tratta di imposte che dovrebbero garantire la corretta manutenzione delle strade su cui ci sforziamo di stendere un velo pietoso) i cittadini non avranno più la possibilità di offrire il proprio parcheggio a qualcun altro nell’ipotesi in cui dovessero abbandonarlo prima dello scadere del tempo pagato, una pratica piuttosto diffusa specie nelle zone vicino a licei, università e ricche di uffici.

IMG-20190309-WA0035

La geniale innovazione si va ad incastonare perfettamente in un contesto nell’ambito del quale tutto è organizzato per sfruttare al massimo i cittadini: “strisce blu” sempre più frequenti rispetto ai parcheggi gratuiti (anche in barba alle normative vigenti), controlli vessatori compiuti strategicamente nei pressi delle zone anzidette anche più volte al giorno, aumento periodico del costo del parcheggio ed inasprimento delle multe. Il tutto a fronte di un servizio grottesco nell’amministrazione e nella gestione della viabilità della città che va avanti da anni e che non accenna a migliorare.

Spremere i cittadini romani non è il modo giusto per sopperire alle vostre numerose incompetenze, diciamo basta ai vampiri dell’amministrazione!
Basta #VampiRaggi

IMG-20190309-WA0051

IMG-20190309-WA0056

IMG-20190309-WA0048

IMG-20190309-WA0050

IMG_20190309_160502

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 1 = due