«

»

La Via del Sol Levante

Mario Vattani è stato console Italiano a Tokyo e ricercatore universitario nelle maggiori città del Giappone. Nel 2017 ha pubblicato, in collaborazione con Idrovolante Edizioni “ La Via del Sol Levante. Un viaggio Giapponese ”.

la via del sol levante mario vattani

Quello che, a giudicare dalla copertina dall’impronta futurista e dal sottotitolo sembrerebbe un diario di bordo di un viaggio in moto nel Giappone contemporaneo, è in realtà un saggio sul plurisecolare rapporto tra l’Italia e il Giappone stesso. Il viaggio è usato come espediente narrativo per analizzare nel dettaglio i vari episodi e personaggi che hanno sancito il profondo legame tra i due paesi fin dal Medioevo. Vattani ci racconta di storie poco note, ma interessanti dal punto di vista umano e culturale.
Viene messa in risalto la figura di Harukichi Shimoi (1883-1954), intellettuale che ha fatto del ponte fra Italia e Giappone uno scopo di vita, combattendo fra gli Arditi sul fronte italiano durante la Grande Guerra e seguendo D’Annunzio nell’impresa di Fiume. Egli suscitò negli italiani un ammirazione tale per lo spirito del Bushido, che Mussolini donò nel 1928 ai Giapponesi un monumento in ricordo dei giovani samurai della Tigre Bianca.

L’autore parla anche del famoso raid Roma-Tokyo, auspicato dagli stessi D’Annunzio e Shimoi e dei marinai del sommergibile Cappellini, rimasti fedeli al Giappone dopo l’armistizio del governo Badoglio che invece dichiarava nemici i Nipponici.
Vattani rivela anche una piccola curiosità: “Via Panama” nel quartiere Parioli di Roma, che segna il confine con Villa Ada, era un tempo chiamata “Via del Giappone” in quanto negli anni venti furono piantate in quella parte del parco decine di Ciliegi da fiore donati dall’imperatore Hiro Hito in visita a Roma. Ancora oggi gli alberi adornano, ed ogni primavera colorano la zona con le loro chiome rosa.

Il viaggio sulla Via del Sol Levante è una lotta senza quartiere contro l’ipocrisia del dimenticare che tanto va di moda al giorno d’oggi: un avversario invisibile e spregiudicato che può essere sconfitto solo dall’audacia di chi studia e si dedica ad approfondire la storia della nostra entità.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove + 3 =