«

»

La sconfitta di Alemanno è la vostra condanna

Si può dire che la sconfitta di Alemanno nella corsa al Campidoglio sia in qualche modo come la sua vittoria di cinque anni fa: epocale. Il perché è molto semplice visto che per la prima volta da anni nessun uomo di destra, o meglio di una certa destra, ricopre un ruolo politico degno di questo nome nel nostro paese. Con le percentuali spaventose del ballottaggio di oggi non è stata spazzata via solo un’intera generazione ma tutta una classe politica che, molto probabilmente, non ha più niente da dire da molto tempo.

alemannoQueste elezioni amministrative rappresentano il requiem per tutto quello che rimane della diaspora del Movimento Sociale Italiano. E parliamo di tutte le sigle e di tutti i movimenti che proprio da lì provengono, senza escluderne nessuna.

Le motivazioni di questa sconfitta umiliante sono moltissime e alcune affondano le proprie radici in problemi storici mai risolti.

Parliamo ad esempio della mancanza di contenuti. Non è un segreto ma in questi ultimi vent’anni la piazza romana non ha partorito nulla e non è stata protagonista, nonostante le numerose rendite di posizione che poteva vantare, di nessuna vera battaglia culturale degna di questo nome.

manifesto alemanno marino

Possiamo proseguire con l’ottuso desiderio di prendere il posto della Democrazia Cristiana della prima repubblica, realizzato tramite un sistema di potere di stampo clientelare e con la stessa dialettica politica di trent’anni fa. Basti pensare a quanto negli ultimi giorni è stato detto per demonizzare Marino, che poi è pure un boyscout, con classiche accuse per spaventare l’elettorato piccolo borghese: è un senza dio, favorevole all’eutanasia, contro la famiglia tradizionale ma per quella omosessuale, per i campi rom e quindi per l’illegalità. Motivazioni da Don Camillo e Peppone.

Roma, grazie a voi oggi, è una piazza apatica, spenta e senza vitalità. Ne è una riprova del resto la candidatura per tre volte consecutive di Alemanno. Ma di questo in fondo vi dobbiamo ringraziare visto che questo tonfo rappresenta la morte politica di tutti voi e di quei falsi maestri che pontificavano, e pontificano, da giornali, televisioni, radio e tribune di vario tipo. Chiudetevi all’interno dei vostri edifici, sezioni, direzioni e per favore non uscite mai più. Avete fatto il vostro tempo.

3 comments

  1. waldganger

    Beh.. dopo 5 anni di inaugurazioni di giardinetti in tutta Roma era pure ora

  2. grilimaneta

    alemanno ha fatto solo danni e infastidito orecchie

  3. michele

    aledanno

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


8 + due =