Archivio Categoria: Geopolitica

Nuovi assetti internazionali, quale futuro per l’Europa?

Tra Usa e Russia è clima di guerra fredda. Putin rivela che Edward Snowden è attualmente alla zona di transito dell’aeroporto di Mosca. La Casa Bianca continua a fare pressioni per ottenere l’estradizione del ex agente della Cia ma il Cremlino non sembra cedere alle pretese. Indubbiamente, senza entrare nel merito della questione Datagate, la …

Continua a leggere »

La carica dei BRICS

Il 26 e 27 marzo si è tenuto a Durban, in Sudafrica, nel silenzio dell’informazione occidentale, il quinto summit dei BRICS. L’acronimo, coniato poco più di dieci anni fa, indica i cinque paesi (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica) che insieme rappresentano quasi la metà della popolazione mondiale e più del venti per cento del …

Continua a leggere »

Tutti a casa subito!

  Questa mattina due militari italiani sono rimasti feriti a seguito di un esplosione nell’ovest dell’Afghanistan. I due ragazzi non sono in pericolo di vita, ma il vero problema è che dopo più di dieci anni dall’inizio del conflitto la situazione rimane di continuo pericolo. Oltre al danno umano (52 morti finora solo per questa …

Continua a leggere »

Cosa succede in Corea?

Dalla fine della Guerra di Corea (1953) sono innumerevoli i momenti di tensione tra Corea del Nord e Corea del Sud, quello che viviamo in questi giorni è uno dei più delicati in assoluto e rischia di provocare un conflitto nucleare, soluzione che inevitabilmente espanderebbe i suoi confini largamente al di fuori della penisola coreana. …

Continua a leggere »

I dieci anni della guerra in Iraq e la (vera) sconfitta statunitense

A dieci anni dall’inizio della guerra in Iraq, quali sono stati i risultati conseguiti in seguito alla brillante “missione democratica” americana? Prima di tutto è giusto ricordare il casus belli di questo grande avvenimento: la necessità di deporre Saddam Hussein per riportare democrazia all’interno del paese e concordia fra le numerose etnie (tra cui sunniti, …

Continua a leggere »

Rifiuto l’offerta e vado avanti

Il parlamento cipriota ha bocciato il ricatto della Troika (Bce, Ue e Fmi), non permettendo il prelievo forzoso dai depositi dei cittadini in cambio degli aiuti finalizzati a risolvere la crisi del comparto bancario. Ovviamente il voto ha un doppio significato: la volontà della classe politica di difendere i propri cittadini ma anche la necessità …

Continua a leggere »

Il mondo dopo Chávez

Senza dubbio la morte di Chávez cambierà quella che è l’attuale scacchiera politica internazionale, indebolendo “il fronte dei paesi non allineati” alla logica liberalcapitalista che guida i nostri stati. Nei suoi quattordici anni di governo il Venezuela è riuscito a creare un asse politico ed economico che potenzialmente avrebbe potuto mettere i bastoni tra le …

Continua a leggere »

La vittoria della Palestina sancisce la sconfitta dell’Unione Europea

Con 138 sì, 48 astensioni e 9 voti contrari la Palestina diventa ufficialmente stato osservatore delle Nazioni Unite.   Se da una parte Abu Mazen festeggia una grande vittoria, che gli permette di rafforzarsi all’interno dell’ANP e di gettare solide basi per la costituzione del futuro stato palestinese, l’Unione Europea deve fare i conti con …

Continua a leggere »

Post precedenti «

» Post successivi